Vaccini e sistema immunitario

Vaccini e sistema immunitario

Come funziona un vaccino?

Ultimamente continuiamo a sentire parlare dei vaccini, della loro efficacia e dei loro effetti collaterali.
A parte la gran confusione, abbiamo deciso di fare questo articolo per cercare di fare un po’ di chiarezza.

Sappiamo tutti come funziona un vaccino?

Forse no, allora spendo qualche riga per spiegarlo.
Lo scopo del vaccino è farci produrre degli anticorpi. Gli anticorpi sono molecole che tutti abbiamo e che sono capaci di riconoscere delle sostanze nel sangue. Gli anticorpi solo una parte del nostro sistema immunitario. Se dovessimo fare un paragone militare, gli anticorpi sono i soldati, ed i linfociti T sono le caserme. Ci sono tante strutture a formare il nostro sistema immunitario, ma è evidente che senza i soldati in prima linea la guerra si perde.


Va anche detto che questi anticorpi sono dei “soldati” capaci di “riconoscere” una ed una sola molecola. Anzi, realmente un anticorpo riconosce quello che viene chiamato un “epitopo conformazionale”. Spieghiamo questa parola difficile. Immaginiamo che la molecola da riconoscere sia una torta di frutta. Se la guardo da sopra vedo le decorazioni di frutta, dal lato la crema e da sotto la pasta frolla. A seconda di dove la guardo vedo cose diverse, ma si tratta sempre della stessa torta. Ebbene il nostro anticorpo che riconosce la torta da sopra è diverso dall’anticorpo che riconosce la torta dal lato o da sotto. In questo esempio abbiamo quindi tre anticorpi che riconoscono la stessa molecola “torta”. In natura dovete immaginare che le molecole appaiono “arrotolate” o “avvolte” un po’ come potrebbe capitare con un filo di lana che viene raccolto in modo disordinato. Bene, fino qui abbiamo capito che la stessa molecola può essere riconosciuta in zone diverse! da anticorpi diversi!

Vediamo ora come è fatto un vaccino. Abbiamo sentito in televisione che ci sono due tipi di vaccino: quello a RNA e quello con l’intero virus. Il vaccino a RNA è progettato per far produrre alle cellule del nostro corpo una proteina, in modo che il nostro sistema immunitario, identificandola come estranea, costruisca tutti gli anticorpi in grado di riconoscerla.

L’altro vaccino invece contiene tutte le strutture del virus.

Nel caso del primo vaccino abbiamo la produzione di anticorpi diretti verso quella specifica proteina, nel secondo caso abbiamo anticorpi diretti verso tutte le strutture del virus, compresa ovviamente la proteina selezionata per il vaccino a RNA.

Cosa hanno in comune queste due strategie?

Chi deve produrre gli anticorpi è il nostro organismo!!

Oggi ci troviamo di fronte a tante persone che, inconsapevolmente, non hanno il sistema immunitario in ordine, in particolare è parzialmente immunosoppresso.

Per capire chi può trovarsi in questa condizione, è necessario comprendere quando il sistema immunitario è depresso o soppresso.

Chi soffre di Herpes alla bocca, sa che quando è stressato l’Herpes provoca le bolle.

Forse quello che ignorano è che l’Herpes lo hanno sempre, ma si vede solo quando sono stressati, perchè lo stress deprime il sistema immunitario. Lo abbassa, ed in alcuni casi lo spegne!

Oltre allo stress anche questi fattori determinalo lo stesso fenomeno:
   inquinamento
   fumo

  utilizzo di farmaci: in particolare chi ha forti problemi infiammatori (che possono andare dal mal di schiena al mal di testa) sempre più spesso sono controllati con cicli di cortisonici. Il cortisone, oltre ad essere un potentissimo antiinfiammatorio è anche un immuno-depressivo.

Infatti in soggetti con malattie autoimmuni o con patologie oncologiche spesso si utilizza cortisone per lugli periodi proprio per “spegnere” il sistema immunitario.
 

Ebbene avere il sistema immunitario “spento” è un problema, perchè non saremo in grado di produrre le difese che ci servono per contrastare le malattie (siano esse causate da Virus o Batteri o Protozoi o altri agenti eziologici)

Il vaccino non è una magia. Se il nostro sistema immunitario è depresso, produrrà con molta fatica anche gli anticorpi per il quale il vaccino è stato progettato farci produrre. Il risultato? Se il vaccino produce pochi anticorpi, noi non saremo protetti adeguatamente da quel virus o batterio per il quale il vaccino è stato progettato.Se il nostro corpo ha scarsa capacità di produrre anticorpi, anche la vaccinazione sarà poco efficace! Pertanto avere un sistema immunitario performante è fondamentale tanto per rispondere efficacemente ad una risposta verso un patogeno, quanto per ottenere un titolo anticorpale in seguito a vaccinazione idoneo ad ottenere una copertura (e quindi una protezione)

Il punto è proprio questo. Oggi possiamo, e dobbiamo, riprendere quello che la Natura ci mette a disposizione per contrastare malattie naturali. Dobbiamo rimettere gli ingranaggi a posto nella complicata e sofisticata macchina che è il corpo umano, in modo da contrastare i virus e gli altri agenti eziologici con efficacia.
Per farlo possiamo sfruttare molecole naturali. Queste molecole sono usate da millenni, anche se in passato non era noto il loro specifico meccanismo d’azione.
In particolare VirusCulling di OsanyIn contiene due molecole importantissime, estratte da una particolare varietà di Echinacea angustifolia, e da Aloysia Trifilla, per le quali recenti studi hanno spiegato perchè hanno attività immunomodulante ed anti infiammatoria.In questo modo mettiamo il nostro corpo nelle condizioni di rispondere efficacemente alle patologie, producendo tutti gli anticorpi necessari.
Attenzione che avere un sistema immunitario a posto è necessario anche quando decidiamo di fare un vaccino.
La vaccinazione è lo stimolo del nostro sistema immunitario alla produzione di specifici anticorpi così che sia preparato nel momento in cui dovesse incontrare un determinato patogeno.

Spesso rimbalzano notizie che ci dicono che chi si è vaccinato si è nuovamente ammalato, senza che ci venga spiegato come funziona la vaccinazione.La vaccinazione non è la somministrazione di anticorpi già pronti verso il patogeno, ma una sorta di “allenamento” in modo da preparare il nostro corpo a produrre certi anticorpi per difendersi.Perchè la vaccinazione funzioni dobbiamo anzitutto avere un organismo in grado di produrre efficacemente anticorpi, e quindi avere un sistema immunitario perfettamente funzionante.
Fare il vaccino senza un sistema immunitario “sveglio” / “reattivo” è poco utile.

Condividi su:

Lascia un commento