VIRUSCULLING

43,78 iva inclusa

E’ indicato per la stimolazione del sistema immunitario come adiuvante nella risoluzione delle infezioni virali. In particolare trova applicazione nello stimolare il sistema immunitario (anche in previsione di sottoporsi a vaccino) e nel contrastare gli effetti avversi da l’infezione da Covid19 e da RSV, come da evidenze di lettratura (vedi articoli citati in  “Letteratura”)

Indicato come supporto per:

  • infezioni virali
  • influenza
  • raffreddore
  • infiammazioni ai bronchi
  • mal di gola
  • incremento delle difese immunitarie
  • immuno-deficienza
  • tosse
  • infezioni batteriche

Disponibile

COD: 7427136276568 Categoria:

    Descrizione

    E’ indicato per la stimolazione del sistema immunitario come adiuvante nella risoluzione delle infezioni virali. L’elevata concentrazione degli attivi botanici lo rende indicato nel contrastare l’infezione da RSV e da Covid19 (SARS-CoV-2).

    Stimolare il sistema immunitario per contrastare meglio le patologia infuenzali rientra nelle strategie di prevenzione alla base delle quali l’OMS suggerisce di vaccinarsi contro il virus dell’influenza.

    VIRUSculling osanyIn® è un integratore alimentare a base di estratto di Echinacea angustifolia al 10% di Echinacoside ed estratto di Lippia triphylla al 25% di Acteoside.

    Le sindromi parainfluenzali sono affezioni di vario tipo che possono essere causate da circa 250 virus differenti. Nella maggior parte dei casi, gli agenti patogeni responsabili sono paramyxovirus, ma possono intervenire anche adenovirus o enterovirus.
    I virus parainfluenzali possono provocare manifestazioni di diversa gravità; le sindromi più comuni sono respiratorie (dal comune raffreddore fino a malattie simil-influenzali e polmoniti) e gastro-intestinali.
    Le sindromi parainfluenzali causano generalmente epidemie autunnali (da fine ottobre a dicembre) e primaverili (da marzo ad aprile), quindi al di fuori del periodo di massima incidenza dell’influenza.

    Il contagio si verifica prevalentemente per via aerea, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni respiratorie, in maniera diretta (con tosse e starnuti) o indiretta (tramite la contaminazione di oggetti e superfici). Alcuni virus parainfluenzali, come gli enterovirus, possono essere trasmessi per via oro-fecale.

    Le sindromi parainfluenzali più frequenti colpiscono l’apparato respiratorio e quello gastrointestinale.
    Nel primo caso, si verifica una malattia a carico delle vie aeree superiori, simile ad un forte raffreddore associato a senso di stanchezza, mal di gola, tosse e qualche linea di febbre.

    A differenza dell’influenza, i cui sintomi persistono anche per una settimana, le sindromi parainfluenzali, sebbene frequenti, sono solitamente lievi, autolimitate e di breve durata (solitamente, si risolvono a distanza di tre-quattro giorni dall’esordio).

    Nel caso delle sindromi parainfluenzali, non è necessaria una diagnosi virologica e non esistono cure specifiche. Pertanto, la terapia è sintomatica e può prevedere riposo in un ambiente confortevole e integratori che stimolino il sistema immunitario.

    All’interno del nostro corpo c’è una straordinaria quanto complessa rete di protezione. Quando questa rete è disturbata o non funziona correttamente, possono verificarsi problemi per il nostro organismo. Per contrastarne l’indebolimento, ovvero la capacità di risposta – reazione immunitaria è indispensabile intervenire adeguatamente. Un valido contributo in tale situazione può provenire dal mondo delle piante. L’ Echinacea angustifolia è ricca di echinacoside, che stimola il sistema immunitario, e l’estratto di Lippia triphylla titolato al 30% in acteosidi, aggiunge un forte potere antiossidante ed antivirale potenziando l’azione naturale degli estratti per il benessere immunitario.

    2021: Screening of drug databank against WT and mutant main protease of SARS-CoV-2: Towards finding potential compound for repurposing against COVID-19 Tanuj Sharma, Mohammed Abohashrh, Mohammad Hassan Baig, Jae-June Dong Mohammad Mahtab Alam, Irfan Ahmad, Safia Irfan

    2020: Molecular modeling study of tectoquinone and acteoside from Tectona grandis linn: a new SARS-CoV-2 main protease inhibitor against COVID-19
    Kallingal A, Thachan Kundil V, Ayyolath A, Karlapudi AP, Muringayil Joseph T, E JV.J Biomol Struct Dyn. 

    Chemistry and Antiviral Activity of Arrabidaea pulchra (Bignoniaceae). Brandão GC, Kroon EG, Souza DE, Souza Filho JD, Oliveira AB.

    2019: Anti-Respiratory Syncytial Virus Activity of Plantago asiatica and Clerodendrum trichotomum Extracts In Vitro and In Vivo. Chathuranga K, Kim MS, Lee HC, Kim TH, Kim JH, Gayan Chathuranga WA, Ekanayaka P, Wijerathne HMSM, Cho WK, Kim HI, Ma JY, Lee JS.

    BuShenYiQi Formula strengthens Th1 response and suppresses Th2-Th17 responses in RSV-induced asthma exacerbated mice. Wang J, Wu J, Kong L, Nurahmat M, Chen M, Luo Q, Li B, Wu X, Dong J.

    Compounds from rose (Rosa rugosa) flowers with human immunodeficiency virus type 1 reverse transcriptase inhibitory activity. Fu M, Ng TB, Jiang Y, Pi ZF, Liu ZK, Li L, Liu F.

    ATTENZIONE:

    il lavoro Koreano del 2021 attribuisce all’ACTEOSIDE la capacità di bloccare la replicazione del COVID19.

    Altri lavori descrivono il meccanismo d’azione di ACTEOSIDE a livello di NFkB e TNF-alfa, due precursori della cascata infiammatoria responsabili della “tempesta citochinica”.

    Sappiamo quindi che in soggetti con una alterazione della cascata infiammatoria (NFkB o TNF-alfa mediata) ha un effetto benefico, ed inoltre può essere considerato un trattamento per la terapia legata all’infezione da SARS-CoV-2.

    Questo prodotto funziona quindi SIA in fase PREVENTIVA, che in fase ACUTA o CURATIVA, aiutando l’organismo a contrastare l’effetto eziologico, ristabilendo il normale l’omeostasi fisiologica a livello cardiovascolare e respiratorio.

    Nel caso di terapie aggiungere il trattamento di questo integratore ad altri prescritti dal medico curante.

    Nel caso il medico scelga un approccio clinico per il trattamento della polmonite atipica sinciziale mediante l’uso di cortisonici, si consiglia l’uso di questo integratore in quanto i fenil-etanoidi presenti hanno un effetto positivo sulla stimolazione del sistema immunitario, e questo compensa la depressione del sistema immunitario provocata dal cortisonico. Inoltre i cortisonici hanno come effetto collaterale la formazione di ulcere gastriche: l’acteoside è un anti ulcera naturale, così può essere usato per proteggere lo stomaco dagli effetti avversi secondari dei cortisonici.

    Informazioni aggiuntive

    Peso 0,03 kg

    Ti potrebbe interessare…